Seminario al Parlamento Europeo. Il potere delle parole nella storia della sacralità femminile

Allo Spazio Europa del Parlamento Europeo a Roma, Cristina Muntoni, ricercatrice di Storia della Sacralità femminile, alle 14 chiuderà la giornata di convocazione di Stati Generali delle Donne “Le parole delle/per le donne” (che ha inizioalle 10) nell’ambito del progetto “Le città delle donne”, con l’incontro di divulgazione storica esperienziale “Il potere delle parole nella storia della sacralità femminile. Costruire la parità con un dizionario eudemonico”.

L’intervento di Cristina Muntoni sarà finalizzato a lavorare emozionalmente sulle parole partendo dalla loro storia col fine di costruire quello che definisce dizionario eudemonico.

Ore 14 seminario allo Spazio Europa del Parlamento Europeo via IV Novembre, 149 

ore 16 Laboratorio di scrittura rituale su prenotazione all’Upter Università Popolare di Roma Via IV Novembre, 157

 

Info utili

venerdì 5 luglio 2019

Spazio Europa del Parlamento Europeo

Via Quattro Novembre 149 ROMA

}

ore 14

Ingresso libero

La storia di alcune parole racconta il processo di demonizzazione femminile e il passaggio della considerazione delle donne da dee a streghe. La rivoluzione culturale verso la parità necessita della considerazione del potente valore del linguaggio perché la parola crea, a partire dal mondo interiore. Il progetto è legato al social game #leparoledelledonne

“Le città delle donne” di Stati Generali delle donne è un progetto pensato con l’obiettivo di spiegare, con modalità collettive, i termini che identificano i nostri percorsi, le nostre attività, le nostre emozioni e il nostro essere donne in questa società. Alcune parole, ormai nell’uso comune (come multitasking, conciliazione, inclusione  e resilienza) sono diventate fuorvianti e non ci aiutano nel cammino intrapreso. Parola dopo parola a partire sino al 31 dicembre 2019 gli Stati Generali delle Donne costruiranno e condivideranno via Facebook, Twitter e attraverso il sito www.statigeneralidelledonne.com il dizionario.

Per partecipare alla call basta inviare 10 righe di significato alle parole già suggerite o ad altre parole che si ritengono significative alla mail isa.maggi.statigeneralidonne@gmail.com entro il 31 dicembre 2019. L’hashtag di condivisione è #leparoledelledonne

“L’obiettivo – spiega Isa Maggi – è quello di fornire strumenti utili per una piena consapevolezza e una diffusa capacità di comprensione e approfondimento usando tutto il pieno potenziale dei canali social per contrastare le ambiguità, rilevare e comprendere i significati fuorvianti e contribuire alla chiarezza del percorso che le donne stanno compiendo per far diventare l’Italia un Paese per donne”.

 

L’intervento di Cristina Muntoni sarà finalizzato a lavorare emozionalmente sulle parole partendo dalla loro storia col fine di costruire quello che definisce dizionario eudemonico.

 ore 14 seminario

Spazio Europa del Parlamento Europeo via IV Novembre, 149

Abracadabra, dall’aramaico “creo come parlo”, esplica il potere delle parole di condizionare la nostra mente e creare la realtà che ci circonda. Quale realtà vogliamo costruire? L’eudaimonia (o eudemonia), la felicità come fine della vita umana, si raggiunge solo attraverso l’armonia e l’equilibrio. La nostra società ancora fortemente patriarcale è basata su un forte disequilibrio tra il maschile e il femminile. Dalla sacralità femminile, celebrata in epoche in cui Dio era femmina e le società erano matrifocali, si è passati alla sua demonizzazione con la cultura patriarcale. Ci sono parole e simboli che raccontano questo passaggio che spesso sono insulti per colpire la libertà femminile.

L’importanza del linguaggio di genere e le parole-trappola che costringono le donne a restare rinchiuse dentro le gabbie ideologiche degli stereotipi sessisti.

Come ridisegnare il futuro individuale e sociale partendo dal potere generativo delle parole.

 

ore 16 Laboratorio di scrittura rituale

Upter Università Popolare di Roma Via IV Novembre, 157

La scrittura ritualizzata e svolta durante uno stato meditativo agevolato da sonorità armoniche ancestrali e con metodi ricavati da antiche culture e tradizioni, può diventare strumento per costruire una piena consapevolezza e cambiare paradigmi abbattendo le barriere mentali che si frappongono alla costruzione di un mondo più equo in cui il maschile e il femminile siano in equilibrio sia dentro che fuori di noi. Quali sono gli ostacoli che ci impediscono la piena realizzazione quando parliamo di conciliazione, inclusione, resilienza, multitasking, etica, fiducia, crescita, lavoro, accettazione, autenticità, equilibrio, armonia, sostenibilità, dignità, solidarietà, sviluppo? L’esperienza sarà volta a trasformare questi ostacoli e costruire con piena consapevolezza costruttiva il dizionario eudemonico per la fioritura personale e la costruzione di un mondo più giusto.

Laboratorio su prenotazione

INFO E ISCRIZIONI info@cristinamuntoni.com 3335204556

ORGANIZZAZIONE Ginger Comunicazione e Marketing di Marianna Marceddu ginger.founder@gmail.com +39 339 2279465

Il laboratorio è gratuito, ma è gradita un’offerta libera e consapevole per l’organizzazione.

Una parte della ritualizzazione sarà realizzata in collaborazione col Caffè Pasticceria Roscioli

 

IN COLLABORAZIONE CON

Stati Generali delle Donne

Spazio Europa del Parlamento Europeo

Upter Università Popolare di Roma

Roscioli Caffè e Pasticceria

Emozioni di Carta

Sicci Creations

 

 

Vuoi organizzare un evento con me?

NEWSLETTER

 

 

Sto organizzando degli eventi di approfondimento molto suggestivi, coinvolgenti, esperenziali e a numero chiuso.

Vuoi ricevere un invito esclusivo per avere un posto riservato, prenotarti prima degli altri agli eventi gratuiti e restare in contatto con me iscrivendoti alla mia newsletter?