Il progetto che aiuta le donne al Festival deleddiano

Sono nata in Sardegna. La mia famiglia, composta di gente savia ma anche di violenti e di artisti primitivi, aveva autorità e aveva anche biblioteca. Ma quando cominciai a scrivere, a tredici anni, fui contrariata dai miei. Il filosofo ammonisce: se tuo figlio scrive versi, correggilo e mandalo per la strada dei monti; se lo trovi nella poesia la seconda volta, puniscilo ancora; se va per la terza volta, lascialo in pace perché è un poeta. Senza vanità anche a me è capitato così.

Le parole di Grazia Deledda alla cerimonia di ritiro del Nobel e la tenacia con cui difese i propri sogni e coltivò un’incrollabile autostima, Silvia Fanni e Cristina Muntoni hanno costruito un progetto pedagogico culturale volto al sostegno delle donne in difficoltà. <<Produciamo accessori e oggetti d’arredo partendo da materie ecologiche e dal riciclo, collaboriamo con sarte over 50 e ogni articolo è un pezzo unico che riporta i brani di Grazia Deledda scritti a mano in bella grafia. Col ricavato sosteniamo progetti di rinascita per le donne come le detenute del carcere perché l’autostima e il sostegno ha il potere alchemico di produrre una fioritura personale>>.

Sabato 17 luglio alle 16 il progetto verrà presentato in anteprima al Festival letterario Deleddiano a Lollove (Nu), uno dei borghi più piccoli d’Italia dove Grazia Deledda, unica donna insignita del Nobel per la letteratura in Italia, ha ambientato La Madre. Il Festival ha ricevuto la “Medaglia di Rappresentanza” dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, ed è sostenuto dall’Istituto Superiore Regionale Etnografico I.S.R.E. e del patrocinio del Ministero della Cultura, Regione Autonoma della Sardegna e Comune di Nuoro.

 www.metricadamare.com  email: metricadamare@yahoo.com  

Info utili

sabato 17 luglio 2021

Casa Museo, Lollove (NU)

}

ore 16

Ingresso gratuito su prenotazione

VUOI PARTECIPARE ALLA PRESENTAZIONE ESPERIENZIALE?

1) Partecipa gratuitamente prenotando i biglietti cliccando qui 

2) Riceverai un’email dalla direzione organizzativa del festival a cui bisogna rispondere specificando che si vuole partecipare all’evento di sabato alle ore 16 per la presentazione di Metrica d’a-mare alla Casa Museo

VUOI SAPERE DI Più DEL PROGETTO?

Clicca qui

VUOI SOSTENERE IL PROGETTO, VEDERE E ACQUISTARE I MANUFATTI?

Clicca qui

VUOI OSPITARE LA PRESENTAZIONE NEL TUO SPAZIO/MUSEO/CONCEPT STORE/LUOGO D’ARTE O DI CULTURA/NEGOZIO DI MANUFATTI RICERCATI?

Scrivici: metricadamare@yahoo.com  

 CHI SIAMO

Cristina Muntoni e Silvia Fanni

Siamo professioniste del settore culturale, ci occupiamo di divulgazione e di ricerca in ambito storico, archeologico, socio-antropologico, pedagogico, ambientale e nella comunicazione. Riconosciamo alla Cultura valore etico e siamo consapevoli che trasmettere la conoscenza della storia, dell’arte, della letteratura e dell’immenso patrimonio culturale che ci identifica sia pura bellezza e siamo convinte che questa possa far recuperare il giusto senso morale per una corretta educazione civica.

Siamo inoltre impegnate nel sociale e portiamo avanti iniziative educative per la divulgazione del rispetto di genere partendo dal linguaggio attraverso seminari e laboratori tematici e di crescita personale. Ma amiamo anche le nostre tradizioni, il mare e la moda intesa come esito della creatività e come linguaggio comunicativo e identitario.

Dalla sinergia di tutti questi elementi, in pieno lockdown, è nata la nostra start up come progetto creativo di rinascita: Metrica d’a-mare.

Abbiamo voluto avviare il piano di lavoro,  che ogni anno sarà dedicato all’ingegno e al talento di donne esemplari o tematiche storiche e socio-politiche, scegliendo una figura femmile sarda, Grazia Deledda, unica donna italiana ad aver ricevuto il premio Nobel per la letteratura. Lo abbiamo voluto fare in quest’anno che celebra i 150 anni dalla sua nascita.

Vuoi organizzare un evento con me?

NEWSLETTER

Vuoi ricevere approfondimenti e inviti per i prossimi eventi iscrivendoti alla mia newsletter?